lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Brescia
di ELISA GARATTI 27 mag 08:48

Gli obiettivi del Brescia Baseball

Il Baseball Brescia si presenta: tanti obiettivi, grande determinazione e voglia di novità, a partire dal nuovo logo, inaugurato proprio venerdì 21, nella sala consigliare di Piazza Loggia, durante la presentazione della nuova stagione sportiva.

Una sala non casuale, un “luogo dove si prendono le decisioni” come ha spiegato il consigliere Fabrizio Benzoni. Il Brescia Baseball, in effetti, sta aspettando ormai dal 2019 la decisione più importante di tutte, quella che finalmente darebbe un campo da gioco ad una società che ne è rimasta priva due anni fa. “Grazie ad un’intuizione del presidente provinciale Samuele Alghisi, è stata individuata una zona nell’area sud della città, vicina ad una stazione metropolitana. Attendiamo una risposta definitiva” ha concluso Benzoni. La risposta del neopresidente Antonio Manfredini non si è fatta attendere: “A Brescia si gioca a baseball da 40 anni. Per noi, è finito il tempo di aspettare: dobbiamo passare al concreto”.

Tra le novità, anche il campionato: un’unica serie A, che raggruppa A1 e A2, con una prima fase che si sdoppierà in due gironi (le prime classificate combatteranno la lotta scudetto, le seconde e le terze, invece, affronteranno i playoff; per le ultime due, retrocessione in B). Non solo: gli innesti in area tecnica, con Michele Berni, Dario Baresi e Filippo Costa, fanno promettere bene. La competizione si infiamma e il Brescia Baseball sperimenta: “Quest’anno si alleneranno con la prima squadra anche gli Under 15. È una scommessa sul futuro: fra due o tre anni, questi ragazzi sapranno affrontare nel giusto modo la serie A - ha spiegato il manager Danny Gorrin –. Siamo certi che non useremo l’assenza del campo come scusa. Anzi, trasformeremo i problemi in grinta. Abbiamo voglia di far bene. Vogliamo tenere alto il nome di Brescia”. I primi risultati danno ragione a Gorrin: domenica 23, nell’atto di apertura del girone B, il Brescia Baseball si è aggiudicato Gara 1 (con punteggio 0-2), anche se nel pomeriggio, in Gara 2, Senago ha pareggiato i conti con uno 1-0. Ottime, però, le prestazioni di entrambe le squadre.

La passione, del resto, non è mai mancata. “La vostra società trasmette una profonda voglia di giocare, una grande determinazione e una forte resilienza. Ci sono tutte le basi per diventare “un diamante per sempre” con una casa stabile a Brescia” afferma Tiziana Gaglione, presidente del Coni provinciale, riprendendo il titolo della conferenza stampa “Un diamante per Brescia”.

La grande famiglia del Brescia Baseball, formata da ben 6 formazioni (serie A, under 18, under 15, under 12, softball serie B e baseball per ciechi), aspetta e spera. Una cosa è certa: il baseball bresciano sta affrontando il momento più difficile della sua esistenza. Perdere questa realtà, significherebbe vanificare quasi 40 anni di sacrifici, lavoro ed ottimi risultati.

ELISA GARATTI 27 mag 08:48