lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
di REDAZIONE 20 nov 15:00

Casa Betel: Il Giardino della rinascita

Giovedì 26 novembre, dalle 18 sulla nostra pagina Facebook e sul canale YouTube, la presentazione con il Vescovo del libro per il ventennale di Casa Betel

Casa Betel nasce nel 2000 in occasione del Giubileo. Una iniziativa voluta dalla Diocesi di Brescia attraverso la Caritas Diocesana, l’Ufficio Migranti, la Vita Consacrata nelle tre realtà

Ciis, Cismi e Usmi, e la San Vincenzo per dare una risposta a quella forma di “Pellegrinaggio a Cristo nei poveri” richiesto da Giovanni Paolo II come segno giubilare. “La necessità di incontrare il Cristo negli ultimi, di testimoniare una fede che potesse concretizzare parole come accoglienza, carità, amore, ispirò – scrivono le autrici del volume ‘Il giardino della rinascita. Storie di vita, storie di donne’, Silvia De Marinis e Francesca Zani – quella che dalla Caritas viene chiamata un’opera segno, con la scelta di fondare due percorsi distinti: una mensa “dei poveri” intitolata a Madre Eugenia Menni, Superiora generale della Congregazione delle Suore Ancelle della Carità (venuta a mancare nell’aprile del 2000) e una comunità di accoglienza per donne sottratte alla prostituzione con un servizio di emergenza freddo femminile”.

Beatrice, Mercy e Lorena sono solo alcune delle protagoniste di questo testo. Hanno racconti diversi da narrare ma hanno subito la stessa pena: hanno visto la loro dignità calpestata e violentata da chi le ha considerate oggetti da possedere, dominare, sopraffare e schiacciare. “Sono 20 anni di storia attraversati da storie di donne in cui, nella trama e nell’ordito, si intrecciano ferite e benedizioni, desolazione e cura, dolore e rinascita. Sono storie vicine, ma che spesso non vediamo. Sono storie di vita, la nostra. L’intento – spiega Simona Orlandi, Presidente Associazione Casa Betel 2000 Onlus – non è quello di racchiuderle in un libro, ma di farle ‘vivere’ attraverso questo testo”. Nella prefazione, don Maurizio Rinaldi, direttore Caritas Diocesana, riprende il tema dell’umanità femminile. “Casa Betel è un appello per ogni donna e per ogni uomo che desideri andare verso la verità di sé, verso quella identità ‘presa e maltrattata’, ma mai del tutto ‘rubata’; Casa Betel è la casa del coraggio di chi non si arrende, ma credendo vive e vivendo crede nella vita, in Dio”. Il volume sarà presentato giovedì 26 novembre alle 18 in diretta sul canale YouTube del nostro settimanale e sulle pagine Facebook di Voce e Caritas Diocesana di Brescia. In dialogo con le autrici, intervengono, moderati da Luciano Zanardini, don Maurizio Rinaldi, Nunzia Vallini, direttore Giornale di Brescia, che ha curato la postfazione, e mons. Pierantonio Tremolada.

A sostegno delle attività della Comunità di Vita Casa Betel verrà destinato quanto raccolto nell’ambito della Giornata del Pane in programma domenica 29 novembre.

Per informazioni, www.caritasbrescia.it.

REDAZIONE 20 nov 15:00