lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Brescia
di REDAZIONE 11 mar 10:47

Arene estive con l'Acec

Le sere d’estate hanno ispirato le parole di poeti e cantanti. E il cinema all’aperto, soprattutto nelle località di villeggiatura, ha da sempre un grande fascino. Ma può funzionare bene anche sul nostro territorio come dimostra l’esperienza messa in campo negli ultimi anni dall’Acec di Bergamo. L’estate è da sempre anche un momento importante nei nostri oratori: i grest e i campi estivi facilitano l’opportunità di incontrare molti ragazzi e conoscere tante famiglie. E se i grest, probabilmente, si potranno fare solo in piccoli gruppi (come nel 2020), i campi rischiano di restare al palo. Si può, però, animare, in sicurezza, il cortile dell’oratorio o il campo sportivo con un film. Il linguaggio cinematografico ha la capacità di parlare (e di far riflettere) tutti: dai piccoli ai grandi. Per questo motivo, anche dal punto di vista pastorale, è una strada da incentivare.

Opportunità. Per le Sale della comunità rappresenta un’occasione per incontrare nuovamente il proprio pubblico e, perché no, per fidelizzare nuovi appassionati. Il mondo del cinema ha sofferto la chiusura E in un certo senso la necessità ha alimentato l’incremento delle piattaforme per l’acquisto o il noleggio dei film. Ci vorrà tempo per riprendere l’ordinarietà, per riportare in Sala le persone. Ecco allora che tutti i volontari delle 35 Sale bresciane hanno l’occasione di mettersi in gioco in un tempo propizio. Le restrizioni di questi mesi porteranno molte persone a evadere, a sfruttare, come già successe la scorsa estate, tutti i momenti di svago. Sappiamo, però, che, nonostante il vaccino, le norme sul distanziamento non muteranno rapidamente. Il cinema all’aperto, quindi, si dimostra una buona possibilità per proporre qualcosa di diverso, per tornare a costruire la comunità con iniziative di qualità.

Proposta. L’Acec Brescia mette a disposizione, a pagamento (i costi sono contenuti) con dei pacchetti e relativi sconti in base anche alle proiezioni, la sua struttura con un maxischermo (7x5 metri) gonfiabile e un sistema audio-video all’avanguardia. L’idea è di girare (se le norme lo consentiranno), da metà maggio a settembre, la provincia. Tutto quanto concerne la tecnologia sarà a carico dell’Acec che con il suo operatore allestirà la strumentazione. Acec Brescia si occupa di cinema tutto l’anno e può avere accesso alla quasi totalità dei titoli disponibili; offre una consulenza per la scelta dei titoli più adatti e per l’eventuale organizzazione di cineforum con presentazione del film e gestione del dibattito. Le Sale della comunità, gli oratori e i Comuni interessati possono contattare l’indirizzo amministrazione@acecbrescia.it o il numero di telefono 3491274194.

REDAZIONE 11 mar 10:47