lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Brescia
di VITTORIO BERTONI 11 mar 12:36

Un midollo che ridà una speranza di vita

Diventare donatore di midollo osseo, un piccolo gesto che può ridare una speranza di vita. Sono molte le persone che ogni anno in Italia e nel mondo necessitano di trapianto, ma purtroppo la compatibilità genetica è un fattore molto raro, che ha maggiori probabilità di esistere tra consanguinei

Diventare donatore di midollo osseo, un piccolo gesto che può ridare una speranza di vita. Sono molte le persone che ogni anno in Italia e nel mondo necessitano di trapianto, ma purtroppo la compatibilità genetica è un fattore molto raro, che ha maggiori probabilità di esistere tra consanguinei. Per coloro che non hanno questa possibilità, la speranza di trovare un midollo compatibile per il trapianto è dunque legata all’esistenza del maggior numero possibile di donatori volontari tipizzati, dei quali cioè sono già note le caratteristiche genetiche, registrate in una banca dati.

Admo, Associazione donatori midollo osseo, svolge un ruolo fondamentale di stimolo e coordinamento: fornisce agli interessati tutte le informazioni sulla donazione e invia i potenziali donatori ai centri trasfusionali del Ssn presso i quali vengono sottoposti alla tipizzazione, che avviene con un semplice prelievo di sangue. Da alcuni anni il Rotary Club Brescia Capitolium è impegnato a promuovere iniziative volte a sensibilizzare la popolazione sulla possibilità di combattere le gravi malattie del sangue attraverso la donazione e il trapianto di midollo. Una fra tante la “Giornata del dono” che si svolge in dicembre per un unico grande obiettivo: contribuire a salvare delle vite.

Lo sforzo prosegue con l’organizzazione del Convegno “Diventa donatore di midollo osseo” in programma sabato 18 a partire dalle 9.30 presso l’Auditorium della sede provinciale Avis di Brescia (via piazzetta Avis, 1) con la partecipazione di Admo e Avis. I relatori approfondiranno il tema della donazione dal punto di vista scientifico e alcuni testimonial racconteranno le loro esperienze di donatori e riceventi. Il Convegno rientra nell’Area di intervento del Rotary ‘Prevenzione e cura delle malattie’ e vuole sensibilizzare soprattutto i giovani alla ‘cultura del dono’.

VITTORIO BERTONI 11 mar 12:36