lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Brescia
di GAETANO FONTANA 09 nov 17:20

Cag e Messe: le nuove indicazioni

Condivido  alcune precisazioni a fronte dei quesiti che ci sono pervenuti e che abbiamo condiviso con la Prefettura di Brescia circa temi di interesse comune che è bene abbiate presente.

Partecipazione alla celebrazione dei sacramenti e dei funerali per parenti che risiedono fuori dal comune dove si svolge la funzione religiosa

 

“Ci si può spostare per andare in chiesa o negli altri luoghi di culto?
È possibile raggiungere il luogo di culto più vicino a casa, intendendo tale spostamento per quanto possibile nelle prossimità della propria abitazione. Infatti, l’accesso ai luoghi di culto è consentito, purché si evitino assembramenti e si assicuri tra i frequentatori la distanza non inferiore a un metro. Possono essere altresì raggiunti i luoghi di culto in occasione degli spostamenti comunque consentiti, cioè quelli determinati da comprovate esigenze lavorative o da necessità, e che si trovino lungo il percorso già previsto, in modo che, in caso di controllo da parte delle forze dell'ordine, si possa esibire o rendere la autodichiarazione prevista per lo spostamento lavorativo o di necessità. È altresì consentito partecipare alle funzioni religiose, nei limiti e nel rispetto degli specifici protocolli”.


Altresì, secondo le indicazioni della Prefettura, è possibile raggiungere luoghi di culto in Comuni diversi dal proprio per parteciparealla celebrazione di un sacramento (battesimo, matrimonio, cresima e prima comunione) o del funerale di un parente.

In questo caso insieme all’autodichiarazione è necessario esibire un modulo compilato dal Parroco del luogo dove si celebra il rito che certifica la motivazione, la data, il luogo della celebrazione e il grado di stretta parentela.

Scarica i moduli per la partecipazione a un funerale e per la partecipazione a un sacramento

Tali moduli sono disponibili sul sito della diocesi. Si ricorda, infine, che non è in ogni caso possibile la partecipazione di parenti residenti fuori Regione.


Servizi di doposcuola, spazio compiti, CAG

Avendo ottenuto riscontro positivo ad una precisa richiesta inviata alla Prefettura di Brescia si possono ritenere autorizzate le attività ludiche, ricreative e educative in presenza rivolte ai bambini delle elementari e ai ragazzi della prima media, nonché per i soggetti con disabilità e con bisogni educativi speciali. Tali attività dovranno essere svolte nella logica dei piccoli gruppi (allegato 8 del DPCM del 3 novembre 2020). Non è escluso che in futuro tale logica, ad oggi non possibile, possa essere applicata ad altre fasce d’età. Riguardo a questa possibilità vi terremo aggiornati.


Indicazioni operative per le Caritas e i Centri di ascolto caritas

In generale va mantenuta la cautela rivolta ai volontari più anziani o affetti da patologie di non svolgere attività che prevedano la possibilità di contatto ravvicinato con altre persone.

Nello svolgimento di qualunque attività di volontariato, tanto più se richiede uno spostamento per ragioni di servizio, è necessario disporre oltre alla autodichiarazione compilata, della dichiarazione rilasciata dal parroco, in qualità di rappresentante legale della parrocchia.


Indicazioni per i centri di ascolto

L’ascolto può essere garantito in via privilegiata attraverso il telefono o per via digitale, favorendo la reperibilità telefonica del Centro di ascolto anche per fissare per quanto possibile appuntamenti scadenzati per quei colloqui che debbano necessariamente svolgersi in presenza, sincerandosi che le persone che si presenteranno non abbiamo febbre e/o sintomi respiratori anche minori.

Per i colloqui che devono essere svolti in presenza occorre ricordare che:


Indicazioni per la distribuzione di viveri

GAETANO FONTANA 09 nov 17:20