lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Brescia
di MASSIMO VENTURELLI 16 set 14:37

Conto alla rovescia per la Festa dell'Opera

È in programma domani, dalle prime ore del mattino, a notte fonda l'edizione 2016 dell'iniziativa a cui la Fondazione Teatro Grande affida il lancio della stagione lirica. Il tema scelto per quest'anno è l'Europa. La giornata è stata dedicata alla memoria di Daniela Dessì

Conto alla rovescia per la Festa dell’Opera, in programma a Brescia sabato 17 settembre (con un’anteprima dedicata al mondo della scuola per venerdì 16). La “Festa” è uno degli eventi più innovativi e coinvolgenti realizzati nell’ambito operistico dalla Fondazione del Teatro Grande di Brescia: un disegno culturale di ampio respiro, unico in Italia per densità spaziale e temporale delle proposte, che per la sua importante valenza educativa ha ricevuto, negli anni scorsi, il prestigioso Premio Filippo Siebaneck nell’ambito dei Premi Franco Abbiati della critica musicale italiana.


Percorsi. La Festa dell’Opera è una festa che accompagna grandi e piccoli, melomani e non, in suggestivi percorsi nel mondo dell’opera e che anche quest’anno, dall’alba alla mezzanotte, farà risuonare l’intera città sulle note delle più celebri melodie della tradizione operistica italiana ed europea. La quinta edizione vedrà la partecipazione di centinaia di artisti con concerti, recital e flash mob e toccherà più di 50 luoghi della città. Una festa colta e popolare che diffonde l’Opera nelle strade e nelle piazze, in teatro e nei luoghi della Brescia più antica, nei ristoranti e nei cortili, ma anche nei musei e nelle fabbriche, nei luoghi del sociale, nei mercati, nelle case, fuori dai luoghi canonici ad essa tradizionalmente adibiti, a diretto contatto con un nuovo e più ampio pubblico da coinvolgere attivamente e favorendone così l’incontro e l’integrazione.


Centro. La Festa toccherà i luoghi del centro cittadino (il Teatro Grande, Piazza del Foro, il Tempio Capitolino, il Teatro Santa Chiara, il Conservatorio, piazza Loggia, largo Formentone, il Broletto, corso Zanardelli, il suggestivo vigneto urbano della Pusterla), ma nuove porte si aprono per la quinta edizione: il Convento dei Carmelitani Scalzi, la Fondazione Casa di Dio, il Centro Parrocchiale di Santa Maria in Silva, la Porta Rossa del Serraglio in via Calini, la Chiesa di Santa Maria delle Consolazioni, il Chiostro di San Clemente, oltre alle periferie cittadine, per spingersi fino in Franciacorta nella Cantina Guido Berlucchi a Borgonato.


Europa. L’edizione 2016, dedicata al tema “Europa”, celebrerà il continente e l’Opera come luogo d’invenzioni e scambio di linguaggi, storie e culture, spingendosi anche verso nuove direzioni grazie alle sperimentazioni con il jazz, il pop, l’elettronica, la musica contemporanea. La Fondazione del Teatro Grande dedica alla memoria di Daniela Dessì questa edizione della Festa dell’Opera. Venerdì 16 settembre con “Intervallo d’Opera”, la Festa entra a scuola: gli artisti proporranno nella mattinata due recital riservati agli studenti della Scuola Secondaria di Primo Grado Mario Bettinzoli e agli allievi dell’istituto tecnico commerciale statale Abba-Ballini. Un approccio inedito ai linguaggi della musica e del teatro in grado di stimolare la curiosità e la partecipazione dei ragazzi. Nel tardo pomeriggio il nuovo spazio Laboratorio Lanzani di via Milano 43 ospiterà il concerto “Opera in laboratorio”, dalle 18.45 alle 19.15 con l’esecuizione d’opera.

MASSIMO VENTURELLI 16 set 14:37