lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb tw gplus yt left right up down cloud sun
Breno
di LINDA BRESSANELLI 07 nov 10:18

Decimo compleanno Accademia Arte e Vita

Inaugurata nel 2008 a Breno, l’Accademia “Arte e Vita” invita tutti a celebrare il suo decimo compleanno. La festa è in programma domenica 11 novembre a partire dalle 10.30 al duomo di Breno. Ci saranno numerosi e significativi momenti di aggregazione e di arte

Il fulcro dell’Accademia che ha sede in Via Maria SS. Guadalupe a Breno, dal momento della sua ideazione e creazione da parte di Hélène de Prittwitz Zaleski e delle Suore Messicane, è di trasmettere l’amore per l’arte. Una realtà dove bambini, adolescenti, giovani e adulti possono imparare le arti della tradizione locale, come la lavorazione del ferro e del legno; altre arti creative come il mosaico, la pittura decorazione; le arti dello spettacolo quali teatro, danza, musica, canto; le arti domestiche, che vanno dalla pasticceria al cucito, e tanto altro, attraverso dei corsi con insegnanti qualificati. 

“In questi dieci anni sono passati da noi almeno cinquemila alunni” afferma la direttrice dell’Accademia, nonché superiora delle Serve del Sacro Cuore di Gesù e dei Poveri di Breno (semplicemente chiamate Suore Messicane) madre Luciana Bertoglio. “Segno che l’Accademia nel tempo si è andata consolidando, divenendo ben voluta sul territorio e molto richiesta dai genitori per i loro figli: attraverso l’arte e la cultura i ragazzi riempiono il loro tempo libero e stanno alla larga dalla noia, che genera bullismo e cattive azioni. Inoltre, attraverso i nostri corsi, puntiamo sempre a far emergere i valori cristiani”. La giornata di festa domenica si apre alle 10.30 nel Duomo di Breno con la messa di ringraziamento, cui seguirà, presso il Teatro delle Ali, un’anteprima di “Montecchi e Capuleti” - spettacolo che si terrà il 17 novembre, sempre nel teatro brenese, nell’ambito della rassegna Cielinterra - con gli insegnanti dell’Accademia Arte e Vita e le alunne di danza e pianoforte. Tutti saranno poi invitati al rinfresco nell’attigua sede del Bridge. Dopo il pranzo con gli insegnanti e gli invitati, alle 15.30 si tornerà al Teatro delle Ali per lo spettacolo “Vita”. Alle 17 invece ci si sposterà al Caffè del Teatro per “Non solo chiacchiere da bar” con i ragazzi del CSE della Cooperativa Arcobaleno di Breno. Un progetto che utilizza il teatro come strumento di integrazione sociale.

“La volontà dell’Accademia Arte e Vita è sempre stata quella di ascoltare il territorio e di aprirsi a esso” prosegue Madre Luciana senza dimenticare: “Il ringraziamento più grande va alla famiglia Zaleski, che con il suo prezioso e indispensabile contributo ha permesso all’Accademia di esistere e di arrivare fin qui”.

LINDA BRESSANELLI 07 nov 10:18