lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Brescia
di MARTA GALIAZZO 02 set 00:00

Dopo il "boom" estivo continuano gli appuntamenti con la cultura

Due settimane molto partecipate e gradite da parte dei cittadini dei turisti quelle del “Ferragosto ai Musei Civici”, che ha contato oltre 34mila visitatori. Ma le proposte culturali proseguono fino a metà gennaio con con appuntamenti didattici, laboratori creativi e incontri legati alla mostra "Roma e le genti del Po". Un'occasione unica per per conoscere e approfondire la storia più antica della nostra città e del suo territorio

Grande successo di pubblico per l’iniziativa promossa da Comune di Brescia e Fondazione Brescia Musei in occasione dell’ultimo Ferragosto. Al fine di promuovere e favorire l’accessibilità al patrimonio artistico e storico della città da parte dei visitatori, tutti i Musei Civici sono stati aperti gratuitamente per due settimane, dall'11 al 23 agosto. Cittadini e turisti hanno colto al volo questa opportunità, riempiendo le sale dei musei in 34mila, per godere delle bellezze delle collezioni permanenti e delle mostre temporanee.

Di questi, 12.900 si sono recati al Museo di Santa Giulia (dove è esposta anche una consistente selezione di opere della Pinacoteca Tosio Martinengo), 11.800 a “Brixia. Parco archeologico di Brescia romana”, 6.600 al Museo delle Armi L. Marzoli e al Museo del Risorgimento in Castello, dove sono anche allestite le due mostre “Expo 1904. Brescia tra modernità e tradizione” (aperta sino al 30 ottobre) e “Frames. 20 fotografi bresciani under 35” (aperta sino al 4 ottobre).
Sono stati 2.700 i visitatori che hanno usufruito della speciale offerta 2x1 dedicata alla mostra “Roma e le genti del Po. Un incontro di culture III-I sec. a.C.” (allestita al Museo di Santa Giulia) e alla visita dello straordinario Santuario Repubblicano, che ha consentito di ricevere un biglietto omaggio a fronte di un biglietto intero acquistato. I giorni di maggior afflusso si sono registrati proprio nel weekend di Ferragosto con oltre 11.500 presenze complessive.

Due settimane quindi molto partecipate e gradite da parte sia dei cittadini che sono rimasti in città sia dei turisti presenti nel nostro territorio che hanno appieno confermato la bontà del “Ferragosto ai Musei Civici”. “Evidentemente non è solo la pioggia a portare visitatori nei nostri musei - sottolinea il vicesindaco e assessore alla Cultura, Creatività e Innovazione, Laura Castelletti - la scorsa estate gli ottimi risultati di agosto erano stati un po’ troppo frettolosamente attribuiti al cattivo tempo, ma la crescita di quest’anno (quasi 38mila contro gli oltre 29mila del 2014) ci conferma che se la proposta è interessante, di qualità, si rinuncia volentieri anche a una giornata di spiaggia. La gratuità e le agevolazioni rappresentano indubbiamente un forte appeal, ma resta il fatto che il pubblico sceglie di andare a vedere ciò che ritiene meritevole di essere visitato. Le speciali tariffe di Ferragosto volevano essere una forma di valorizzazione e di promozione del nostro patrimonio monumentale, e direi che l’obiettivo è stato pienamente raggiunto”.

Dopo i mesi estivi, continuano le proposte di visite tematiche per adulti e famiglie ai Musei e alle mostre temporanee. Fino al 30 settembre si rinnova l’appuntamento con i “Mercoledì d’arte”: tutti i mercoledì, a partire dalle 19, si susseguono la visita guidata alla mostra Roma e le genti del Po. Un incontro di culture III-I sec. a.C. e un itinerario tematico dedicato al Museo di Santa Giulia o al Parco archeologico o ai Musei del Castello. Mentre fino al 31 ottobre, tutti i sabati il ritrovo è alle 15.30 in Castello per la visita tematica alla mostra Expo 1904. Brescia tra modernità e tradizione. Fino al 17 gennaio 2016 proseguono le “Domeniche a Brixia”: tutte le domeniche alle 15 si svolgerà un itinerario speciale che abbina la mostra Roma e le Genti del Po alla visita di alcune significative testimonianze archeologiche presenti nel cuore della città. Un migliaio di persone, organizzate in gruppi, provenienti da diverse città del nord Italia e dall'estero, hanno già prenotato la visita e sono attese nelle prossime settimane per visitare la mostra e il Parco archeologico con il supporto delle guide turistiche della città.

Infine a settembre, con l’inizio dell’anno scolastico, riparte anche la programmazione di “Museo e Scuola”, curata dai Servizi educativi di Fondazione Brescia Musei, quest’anno arricchita da nuove proposte didattiche dedicate proprio alla mostra Roma e le genti del Po, articolate sia in percorsi narrativi basati sulle voci dei protagonisti del tempo, sia in percorsi tematici che analizzano i contenuti delle diverse sezioni. Approcci inconsueti alle opere attraverso angolature diverse permetteranno di ripercorrere e rileggere la vicenda storica che ha portato all'integrazione tra la Roma repubblicana e le genti del Po. Accanto alla visita guidata sarà possibile scegliere un’attività pratica nei laboratori creativi, che si propone come momento in cui i ragazzi, forniti di diversi materiali, possano sperimentare regole e tecniche applicate ai vari argomenti, dal mosaico, alla scrittura, all'urbanistica. Per tutti coloro che sono interessati, in particolar modo i docenti delle scuole d’ogni ordine e grado e studenti di scuole superiori e dell’Università, sono in calendario il 30 settembre, il 7, 14, 21 e 28 ottobre, cinque incontri con studiosi e personalità nel campo archeologico che, attraverso studi, ricerche e contributi inediti, approfondiscono i temi della mostra.
Sono quindi numerose le proposte offerte con continuità sino al 17 gennaio 2016, per conoscere e approfondire le tematiche di una grande mostra che ci racconta la storia più antica della nostra città e del suo territorio.
MARTA GALIAZZO 02 set 00:00