lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Clusane d'Iseo
di ELISA FUCINA 10 apr 11:47

Il profeta Daniele nella Settimana Santa

Ascolta

Il 16 aprile alle 20.30, il Castello Carmagnola di Clusane di Iseo ospiterà una riflessione sulla Genesi e sugli scritti del profeta Daniele, nell'ambito della rassegna "Notturno. Momenti intimi dell'anima, il sogno e l'utopia"

“Dio alterna tempi e stagioni, depone i re e li innalza, concede la sapienza ai saggi, agli intelligenti il sapere. Svela cose profonde e occulte e sa quello che è celato nelle tenebre, e presso di lui abita la luce” (Libro di Daniele). Le parole tratte dalla Genesi, dai Salmi 73 e 119, dai sogni del profeta Daniele e da Isaia risuoneranno durante l’ultimo appuntamento della rassegna “Notturno. Momenti intimi dell’anima, il sogno e l’utopia” in programma martedì 16 aprile alle 20.30, manifestazione promossa e organizzata dall’associazione «PensieroSegniForme» in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Bergamo e Brescia nel Castello Carmagnola di Clusane di Iseo. 

“Per l’ultimo appuntamento del nostro percorso che si svolgerà durante la Settimana Santa, spiega l’architetto Renato Gentile della Soprintendenza, abbiamo inserito una riflessione che da una parte prendesse lo spunto dai testi del Vecchio testamento nei quali la Parola giunge ai profeti anche attraverso visioni notturne e in forma di parabola. Mentre dall’altra sono stati scelti brani di tema sacro nella lirica”. Due i brani tratti dal “Libro di Daniele” e uno dalla Genesi ai quali è stata aggiunto un brano dal libro di Isaia della Liturgia per il giorno.

“Si è così inteso, conclude Gentile, rivolgere un’invocazione e un ringraziamento al Signore, in chiusura del ciclo di manifestazione di questi sei “Martedì della cultura” condivisi con un pubblico numeroso e attendo”.

Durante la serata le letture saranno affidate a don Giuliano Baronio, parroco di Iseo e Clusane, mentre il repertorio musicale sarà interpretato da Aurora Tirotta, soprano, Raffaele Facciolà, baritono, accompagnati da Alessandro Trebeschi al pianoforte. In programma una carrellata di brani che comprenderanno, fra gli altri, Stabat Mater, Pro peccatis suæ gentis di Rossini, Ave Maria di Donizetti, La passione di Cristo, Unus ex duodecim di Perosi e Ave Verum Corpus di Mozart.

La serata, a ingresso libero, sarà l’ultima occasione per il pubblico di visitare le mostre «Frammenti di invisibilità», sculture di terra a tema di Maria Castagna e l’esposizione «Ci sono notti che accadono» di Mauro Pini, curata e con testi di Paola Guerini.


ELISA FUCINA 10 apr 11:47