lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Bedizzole
di MARGHERITA REGUITTI 29 mag 15:45

Bedizzole: Magnificat si presenta

Ascolta

Arte, poesia e musica sono i temi sui quali verterà la manifestazione "Magnificat" in programma per venerdì 31 maggio presso il Santuario di Masciaga di Bedizzole

Arte, poesia e musica sono i linguaggi che esprimono e caratterizzano l’appuntamento in programma venerdì 31 maggio 2019 alle ore 20.45 nel Santuario di Masciaga di Bedizzole in provincia di Brescia. Una serata organizzata dalla Parrocchia di Santo Stefano e dal Santuario dedicato alla Madonna del Lazzaretto in collaborazione con il Comune e altri enti privati, che conclude le celebrazioni del mese mariano.

“Magnificat. Ecco l’opera del Signore. Arte, poesia e musica nella luce della Pasqua” è il titolo della manifestazione che propone momenti di riflessione affidati a espressioni artistiche diverse sui temi dell’Accoglienza, della Passione, della Resurrezione, con una conclusione finale dedicata a Maria, madre di Dio e madre nostra.

Il programma dunque prevede un’alternanza di brani eseguiti dal vivo dall’Orchestra d’archi Santa Cecilia di Gambara, con letture di poesie a cura dell’associazione “Teatro Zero Negativo” e anche interventi critici di analisi e approfondimenti di due dipinti esposti in chiesa per l’occasione dall’associazione per l’arte “Le stelle”.

Si spazia dagli autori classici ai moderni e ai contemporanei: dall’”Ave Maria” di Bach/Gounod,  a “Sarabanda” di Haendel, comprendendo anche pezzi di Corelli, con inserimenti di autori moderni come Mascagni, Benedetto Marcello, Corelli, Lehar, fino ai contemporanei Morricone e De Andrè.

Le note dialogheranno con le poesie di Alda Merini, Mario Luzi e Donata Doni. L’introduzione alla visione delle opere pittoriche dell’artista Giuseppe Monguzzi dal titolo “La corona di spine” e “Resurrezione” sarà affidata all’esperta Paola Mutti.

“L’obiettivo, ricorda il rettore del Santuario don Battista Poli, è continuare la strada già tracciata con le manifestazioni precedenti dedicate alla musica e al teatro, con la messa in scena del testo “Il Vangelo secondo Maria” dello scrittore Erri De Luca, l’organizzazione di concerti e di mostre fotografiche. Il fine è dunque di proporre un avvicinamento alla parola del Signore e alla pastorale vissuta nella comunità, utilizzando le suggestioni e le emozioni proprie dei linguaggi di diverse forme d’arte.”

MARGHERITA REGUITTI 29 mag 15:45