lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Gavardo
di REDAZIONE 14 gen 09:50

Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura

Mercoledì 8 gennaio è stato inaugurato il nuovo Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura a Gavardo alla presenza dell’Assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera

È stato inaugurato mercoledì 8 gennaio il nuovo Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura (SPDC) del Presidio Ospedaliero di Gavardo alla presenza dell’Avv. Giulio Gallera,Assessore al Welfare di Regione Lombardia.

“Particolare cura – ha dichiarato il Direttore Generale Dr. Carmelo Scarcella – è stata posta nella ristrutturazione dell’intera area. È stata posta attenzione alla qualità di vita, all’incolumità e alla privacy dei pazienti ricoverati senza dimenticare un aspetto, di grande importanza, quale l’estetica dei locali nella convinzione che un migliore comfort e spazi gradevoli possono favorire il percorso di guarigione. La presa in carico, in un ambiente appropriato, va nella direzione dell’umanizzazione delle cure di assoluta rilevanza per una fascia di popolazione tra le più fragili.”

In seguito al terremoto del novembre 2004, il Servizio è stato trasferito da Salò a Gavardo e collocato, per indisponibilità di spazi idonei all’interno dell’ospedale, in locali messi a disposizione dalla Fondazione “La memoria Onlus” in zona adiacente alla struttura ospedaliera. Dallo scorso 3 dicembre le attività sono state ricollocate all’interno della struttura ospedaliera di Gavardo che dispone di una superficie totale lorda di 860 mq. Nei nuovi locali dell’area “ex ortopedia” sita al primo piano dell’ala vecchia, vicino al Pronto Soccorso e alla sua zona verde. Questo garantisce una logistica più funzionale e un’ottimale gestione dei pazienti sia nella routine quotidiana che in caso di consulenze specialistiche per problemi non legati alla sfera psichiatrica; inoltre, la vicinanza al Pronto Soccorso, facilita le consulenze specialistiche psichiatriche garantendo cosi una più rapida presa in carico.

La ristrutturazione, finanziata con 100mila euro attinti dal bilancio aziendale e 260mila da finanziamento regionale, ha riguardato i locali dell’intero piano, rendendolo idoneo dal punto di vista degli impianti elettrici, antincendio ed idrotermosanitari, apportando migliorie agli infissi, ai pavimenti e ai bagni.

 “Il nuovo reparto – sostiene successivamente il Direttore del SPDC Dr. Gianluigi Nobili – offre maggiori spazi e ci ha permesso di migliorare l’organizzazione e la gestione delle attività con una articolazione più razionale a beneficio dei nostri pazienti, ma con ricadute positive anche sugli operatori che, ogni giorno, vivono a stretto contatto con i ricoverati".

REDAZIONE 14 gen 09:50