lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Borgo San Giacomo
di SERGIO ARRIGOTTI 25 feb 14:40

Un monumento in ricordo delle vittime

Già predisposte tre targhe poste al Centro Varietà, nelle cappelle cimiteriali del capoluogo e delle frazioni

Il tema della memoria di quanto accaduto e del ricordo delle vittime della drammatica epidemia di Coronavirus, che giusto un anno fa ha colpito e cambiato il mondo intero, le nostre vite e le nostre comunità, è molto sentito. Vi è chi ha ricordato con dei libri, che abbinassero nomi e volti a vicende e storie; chi con dei video che parlassero di vite andate, di vite salvate; chi ha posato targhe; chi organizzato concerti e serate ricordo.

La comunità di Borgo San Giacomo, oltre e tutto questo, avrà anche un monumento in ricordo delle vittime del Covid. D’altra parte, con 21 decessi e 239 casi ad oggi accertati di contagio, il piccolo Comune della Bassa ha pagato uno dei più pesanti tributi alla pandemia della nostra provincia. L’Amministrazione Comunale ha già predisposto tre targhe alla Memoria che sono state poste al Centro Varietà, nelle cappelle cimiteriali del capoluogo e delle frazioni.

“Ad imperitura memoria dei defunti gabianesi, mancati durante l’emergenza sanitaria del Coronavirus” recita il testo. Ma non basta, in estate, durante un commovente concerto della Banda di Santa Cecilia organizzato in onore dei propri concittadini defunti nella corte di Palazzo Ferrari, il sindaco aveva anticipato l’idea del monumento. E ora il primo cittadino Giuseppe Lama lo ha confermato. L’Amministrazione si è attivata per la realizzazione di un monumento “per ricordare i nostri morti di coronavirus: sarà una stele, verrà realizzata in lato Ovest al cimitero del capoluogo, nello spazio dopo la Cappella dei Caduti”. Perché non vada persa in futuro la memoria di quanto è capitato.

SERGIO ARRIGOTTI 25 feb 14:40