lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Roma
di ANSA 06 apr 10:54

Zanotti liberato in Siria

Siria. L'imprenditore bresciano è stato liberato. Era stato rapito nel 2016. A dare la notizia della liberazione è stato direttamente il premier Giuseppe Conte, che ha parlato di un uomo "in buone condizioni"

A quasi tre anni dal suo rapimento e dopo che da due non si avevano più sue notizie, dal buco nero siriano riemerge sano e salvo il bresciano Sergio Zanotti, un imprenditore scomparso in circostanze finora rimaste avvolte dal mistero. A dare la notizia della liberazione è stato direttamente il premier Giuseppe Conte, che ha parlato di un uomo "in buone condizioni".

L'aereo con a bordo l'imprenditore è atterrato all'aeroporto militare di Ciampino. Domani Zanotti sarà interrogato dai magistrati della procura di Roma che hanno aperto un fascicolo sulla vicenda per sequestro di persona con finalità di terrorismo.

"A conclusione di una complessa e delicata attività di intelligence, investigativa e diplomatica, condotta in maniera sinergica, in data odierna siamo riusciti a ottenere la liberazione di Sergio Zanotti, rapito in Siria nell'aprile 2016. Il nostro connazionale appare in buone condizioni generali e tra qualche ora rientrerà in Italia, a Roma. Un ulteriore successo delle nostre Istituzioni e, in particolare, dell'Aise: a loro il mio più vivo e sentito ringraziamento". E' quanto si legge in una nota del presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Zanotti verra' ascoltato domani mattina in una caserma del Ros a Rom. L'imprenditore bresciano arriverà questa sera all'aeroporto di Ciampino. L'audizione sarà svolta davanti al pm Sergio Colaiocco, della Procura di Roma, che sulla vicenda aveva aperto un fascicolo in cui si ipotizzava il reato di sequestro di persona con finalità di terrorismo.

"Sono contenta. Però non so niente di più. Adesso lo aspetto". Sono queste le prime parole della sorella di Sergio Zanotti, il bresciano scomparso da tre anni dopo un viaggio in Turchia. Era stato rapito ed è stato liberato oggi. "Sono troppo felice" ha commentato la sorella in lacrime.  

"Felice per la liberazione di Sergio Zanotti, l'ennesima operazione che conferma l'efficacia della nostra intelligence. Abbiamo professionisti di grande capacità e che tutelano gli italiani, sia in patria che all'estero". Lo dice il ministro dell'Interno Matteo Salvini.

"La liberazione in Siria di Sergio Zanotti è una gran bella notizia. Le mie più sincere congratulazioni ai nostri apparati di intelligence, in particolare all'Aise, e a coloro che hanno lavorato per consentire la liberazione del nostro connazionale". Lo scrive in un tweet il vicepremier Luigi Di Maio.

ANSA 06 apr 10:54