lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Mialno
di REDAZIONE 25 giu 08:00

Un po' di Olimpiadi anche a Brescia?

Ascolta

Ieri a Losanna la decisione del Cio che assegna a Milano-Cortina l'organizzazione dei giochi invernali del 2026. Una proposta del consigliere regionale Claudia Carzeri (Forza Italia) per fare fare della Valle Camonica sede degli allenamenti degli atleti

Gli 82 componenti del Comitato olimpico internazionale riuniti ieri a Losanna hanno assegnato a Milano Cortina l’organizzazione delle olimpiadi e paralimpiadi invernali del 2026, premiando così una candidatura che vanta alti livelli di sostenibilità economica e ambientale. Questo, peraltro, chiedeva e suggeriva la riforma Agenda 2020 voluta dal presidente del Cio, Thomas Bach, anche per rendere meno gravose economicamente le stesse candidature. Dai 51 miliardi di dollari spesi dalla Russia per Sochi 2014, si passa così ai circa 1,5 miliardi di euro del progetto italiano, di cui 900 milioni versati dallo stesso Cio come contributo. Grande la soddisfazione della delegazione italiana presente a Losanna, guidata dal presidente del consiglio Giuseppe Conte, dai presidenti di Lombardia e Veneto Fontana e Zaia, dal sindaco di Milano Giuseppe Sala. Con loro anche una folta presenza di atleti al seguito del presidente del Coni Giovanni Malagò. Tre le regioni in cui si svolgeranno le gare olimpiche: Lombardia, Veneto e Trentino Alto Adige. In regione la parte del leone la farà la Valtellina con la collocazione di gare a Bormio e Livigno.

Anche Brescia, però, potrebbe godere di riflesso degli effetti benefici delle olimpiadi 2016, grazie alla mozione presentata da tempo dalla consigliera regionale bresciana Claudia Carzeri (Fi), per far diventare la Valle Camonica sede degli allenamenti degli atleti partecipanti alle Olimpiadi. “L’indotto economico che questa incredibile manifestazione porterà alla nostra Regione deve avere effetti positivi anche nella nostra Provincia e, per questo, già nel mese di gennaio, avevo depositato una mozione con la quale impegno la Giunta regionale a individuare, quale area di allenamento, la Valcamonica per l’addestramento degli atleti mondiali’’ afferma Claudia Carzeri.

“Scegliere la Valcamonica e l’intera provincia di Brescia, quale sede degli allenamenti olimpionici, è innegabile, costituirebbe un volano economico importante che catalizzerebbe anche investimenti infrastrutturali riportando visibilità al territorio. Questa mia proposta può fungere anche da importante stimolo politico per prevedere lo sviluppo anche delle altre nostre splendidi Valli, affinché possano acquisire, nel prossimo futuro, la visibilità e l’importanza che meritano. Un’opportunità che deve essere colta al volo per l’intera Provincia. A breve chiederò la discussione in aula consiliare”, conclude la consigliera di Forza Italia.

REDAZIONE 25 giu 08:00