lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Erbusco
di DANIELE PIACENTINI 03 apr 14:06

Scontro sul futuro del Bosco di Lorenzo

Ascolta

Scontro a Erbusco sul futuro del “Bosco di Lorenzo”, la piantumazione di via Lamarmora realizzata da amici e famigliari di Lorenzo Corioni, giovane volontario di Legambiente, scomparso in un incidente stradale, nell’aprile 2015

Scontro a Erbusco sul futuro del “Bosco di Lorenzo”, la piantumazione di via Lamarmora realizzata da amici e famigliari di Lorenzo Corioni, giovane volontario di Legambiente, scomparso in un incidente stradale, nell’aprile 2015. L’Amministrazione comunale ha dato il via al trasferimento delle piante, a circa 150 metri di distanza. La zona oggi adibita ad area verde rientra infatti in un’area di ampliamento produttivo. Il sindaco, Ilario Cavalleri, spiega che “non ci sarà alcuna cancellazione. Trasferiremo gli arbusti, piantumati in maniera illegittima, all’intera di una zona verde da 3.500 metri, a sud di via Lamarmora, in quello che diventerà il futuro Parco delle associazioni”. Contrari all’operazione sono l’associazione “I Frattimi”, costituita dagli amici di Lorenzo, e Legambiente, che ha esportato il modello erbuschese in tutta la Lombardia, piantumando nell’ultimo lustro migliaia di alberi. “Ci chiediamo – scrivono in una nota gli ambientalisti - come sia possibile prendere tale decisione a fronte di un ricorso depositato al Presidente della Repubblica, con tanto di 1200 firme raccolte per salvare le piante e la giusta contrarietà dei residenti. Eravamo contrari all’eradicazione, lo siamo ancora e continueremo ad esserlo, mettendo in campo tutte le azioni necessarie affinché il bosco resti dov’è. Lanciamo al riguardo un appello a tutte le realtà che hanno a cuore la tutela dell’ambiente a manifestare in qualsiasi modo e forma, considerato il periodo particolare, il proprio sostegno alla causa. Non possiamo vederci, non possiamo toccarci, ma chiediamo di recuperare la sinergia del sit in di un anno fa usando sui social l’hashtag #salviamoilboscodilorenzo”.

DANIELE PIACENTINI 03 apr 14:06