lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
06 ago 14:55

Nuova stagione all'Odeon

Sarà GIACOMO PORETTI a riaprire il sipario del Teatro Odeon per la nuova Stagione promossa dal Comune di Lumezzane e con la direzione artistica di Vittorio Pedrali.

Dopo riflessioni, pareri, e qualche inevitabile incertezza, il Comune di Lumezzane, rappresentato dal Sindaco Josehf Facchini e dall’Assessore alla Cultura Lucio Facchinetti, ha preso la decisione insieme al responsabile dell’Ufficio Cultura Nicola Salvinelli e al direttore artistico Vittorio Pedrali di proseguire il lavoro di programmazione della prossima Stagione. Dopo l’interruzione obbligata dall’emergenza Covid, è necessario riannodare il rapporto con gli abbonati e gli spettatori tutti.

La 22ma Stagione del Teatro Odeon si aprirà con Giacomo, grande beniamino del pubblico che - oltre a mietere successi con i compagni artistici del trio comico più famoso d’Italia, Aldo e Giovanni - continua un suo personale viaggio teatrale con CHIEDIMI SE SONO DI TURNO, nuovo monologo che attinge all’esperienza personale. Previsto in chiusura di cartellone nell’aprile scorso è ora finalmente riproposto dopo il lockdown come spettacolo inaugurale, intorno a fine ottobre.

A comporre la prima parte della Stagione, tra novembre e dicembre 2020, seguiranno altri tre spettacoli: due monologhi scritti, diretti e interpretati da protagoniste d’eccezione e un’elaborazione shakespeariana inedita con una coppia inossidabile sulla scena e nella vita.

Il premio Ubu ELENA BUCCI porterà in scena un progetto di musica e teatro da lei ideato e ispirato alle vite e alle opere di Oriana Fallaci e di Aléxandros Panagulis: NELLA LINGUA E NELLA SPADA.

Novità assoluta per il palco dell’Odeon sarà la presenza di ISABELLA RAGONESE con la pièce DA LONTANO, scritta per lei dall’acclamata drammaturga Lucia Calamaro che la dirige nel ruolo di una figlia adulta che, diventata terapeuta, tenta di fare i conti con la figura tribolata della madre, esistita solo quando lei era ancora bambina.

UGO PAGLIAI e PAOLA GASSMAN saranno i protagonisti di ROMEO E GIULIETTA nell’allestimento di Babilonia Teatri, che ribaltando ogni consuetudine affida le parole dei giovani innamorati a due attori che fanno coppia da più di cinquant’anni, rendendole sorprendentemente profonde e commoventi.

I quattro appuntamenti del 2020, per le attuali normative sul distanziamento che diminuiscono sensibilmente la capienza della sala riducendo di fatto i posti a sedere, saranno programmati tutti in doppia replica, per garantire sia gli abbonati che lo sbigliettamento.

Con il nuovo anno, salvo diverse disposizioni, si dovrebbe poter tornare (il condizionale è d’obbligo) alla consueta programmazione a serata unica.

Tra gennaio e aprile 2021 il cartellone in via di definizione vede allinearsi i nomi di ENZO VETRANO e STEFANO RANDISI, AMBRA ANGOLINI e LUDOVICA MODUGNO, TINDARO GRANATA e MARIANGELA GRANELLI, MILVIA MARIGLIANO, FEDERICO BUFFA.

Quest’ultimo, sempre attesissimo con i suoi racconti sportivi densi storie grandi e piccole, tornerà per riproporre l’emozionante avventura di ITALIA MUNDIAL, tra gli spettacoli rimasti ai blocchi di partenza a metà Stagione.

Ambra Angiolini e Ludovica Modugno, dirette da Serena Sinigaglia, arriveranno nei rispettivi ruoli di una madre e un’insegnante a confronto in un lavoro di grande pathos e suspense tratto dal testo di Johnna Adams IL NODO, che indaga il drammatico e attuale tema del bullismo.

Tindaro Granata e Mariangela Granelli saranno i protagonisti del noto dramma familiare di Tennessee Williams LO ZOO DI VETRO, calato in un gioco tra realtà e finzione nell’adattamento di Leonardo Lidi, giovane e già affermato regista della generazione under 40.

La Compagnia Vetrano Randisi in RICCARDO3 si cimenterà in una straordinaria messa in scena che, pur ispirandosi al Riccardo III di Shakespeare, nella riscrittura ad hoc di Francesco Niccolini evita l’ennesima variazione sul tema e sottrae il personaggio al medioevo inglese per fargli abitare il tempo presente, lasciandone intatta la portata di ferocia e sete di potere, mali che sembrano si estinguersi mai.

Con ALDA, DIARIO DI UNA DIVERSA una vibrante Milvia Marigliano, attrice premio Ubu qui guidata da Giorgio Gallione che firma drammaturgia e regia, si immergerà nel mondo “dolente e bellissimo” di Alda Merini in uno spettacolo che intreccia teatro e danza, poesia e biografia.

Tutti gli spettacoli saranno inseriti in una strutturazione organizzativa rigorosa nel rispetto di tutte le norme imposte dalla legge e seguirà via via l’andamento di una situazione generale che si preannuncia inevitabilmente fluida. 

Mancano all’appello ancora un paio di spettacoli, molte date sono in attesa di collocazione certa perché mai come quest’anno la programmazione dei teatri e delle compagnie è stata difficile e passibile di continui cambiamenti, ma la Stagione è già così delineata. Vi troveranno posto anche appuntamenti ricorrenti e rassegne specifiche che da sempre affiancano il cartellone principale, come Bimbi all’Odeon e le Schegge di Cinema a cura di Enrico Danesi.

La presentazione in conferenza stampa del programma generale aggiornato e completo di calendario è prevista intorno alla metà del mese di settembre.

06 ago 14:55