lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Passirano
di RICCARDO BARONE 23 ott 09:52

Tutti abbiamo sangue rosso

Come in quella canzone che recita “tante facce diventano una” nello spettacolo teatrale “Tutti abbiamo sangue rosso” tante storie diventano una, tanti Ulisse si fondono fino a diventare un unico Ulisse collettivo. Lo spettacolo sarà presentato Venerdì 26 Ottobre alle ore 20,30 nel Teatro Parrocchiale di Passirano

“Tutti abbiamo sangue rosso” non è solo un pezzo di teatro ma è un grande evento di vita, perché la vita di ciascuno di noi è il più grande evento che ci sia da raccontare. Frutto di un laboratorio, questa performance è la fusione del racconto della migrazione di 14 richiedenti asilo, che hanno ideato e rappresentato questo avvenimento etno biografico narrativo, curato dalla cooperativa Kemay che, nell’ambito di Caritas Diocesana Brescia, accompagna l’attivazione e la gestione di forme di accoglienza diffusa e di processi di integrazione per i richiedenti asilo nelle comunità parrocchiali (28 le parrocchie coinvolte).

Kemay è il nome della prima bambina accolta, un nome, e un’accoglienza, che lascia il segno: “come me stesso” è il suo significato.  Come specifica Claudio Tosini, che ha condotto il laboratorio coi 14 ragazzi: “Ripercorrere il proprio viaggio migratorio ha portato a riviverlo di nuovo, ma in modo differente: non si è trattato di rievocazione, bensì di rielaborazione”. Questo viaggio, iniziato in terre lontane, per i 14 ragazzi non è terminato con lo sbarco in terra italiana ma si è trasformato in un unico continuo e infinito viaggio soprattutto dentro le persone, che hanno tutte lo stesso “sangue rosso”.

Lo spettacolo sarà presentato Venerdì 26 Ottobre alle ore 20,30 nel Teatro Parrocchiale di Passirano (info@kemay.it tel. 348-3061236) ed è organizzato dalle parrocchie di Passirano, Camignone, Monte Rotondo, Rodengo, Saiano, Ome e Padergnone con le Associazioni Punto Missione, Casa Delbrel e la collaborazione di Caritas Diocesana di Brescia e Cooperativa Kemay.

RICCARDO BARONE 23 ott 09:52