lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Breno
di ELISA GARATTI 19 feb 09:11

In famiglia più incomprensioni

Il report delle attività erogate nel 2020 al Consultorio Tovini di Breno dimostra un aumento di richieste per il servizio di mediazione familiare

I numeri parlano chiaro: il report delle attività erogate nel 2020 al Consultorio Tovini di Breno dimostra un aumento di richieste per il servizio di mediazione familiare su invio da studi legali. “Negli ultimi tempi, ho rilevato diversi invii da parte di avvocati del territorio che riguardano coppie in fase di separazione che hanno bisogno di ritrovare canali comunicativi che siano costruttivi al fine del proprio benessere e di quello dei figli, proteggendoli da situazioni di conflitto esasperato – spiega la dr.ssa Laura Bianchetti, mediatore familiare abilitato alla professione del Consultorio Tovini –. D’altro canto, va detto che la mediazione familiare non è per tutti; è quindi ‘uno’ strumento, non ‘lo’ strumento”.

Un servizio gratuito. Ma di che cosa si tratta? La mediazione familiare è un servizio completamente gratuito, in cui si opera dal 2014, fortemente caldeggiato sia da Regione Lombardia che a livello europeo. È uno strumento non antagonistico per la riorganizzazione delle relazioni familiari inerenti alla rottura della coppia. È insomma un intervento che aiuta i genitori a mantenere una comune responsabilità genitoriale, al fine di accrescere la capacità di prendere decisioni condivise e raggiungere degli accordi duraturi e soddisfacenti per i propri bisogni e per quelli dei propri figli. La mediazione familiare è uno spazio neutrale informale, alternativo alle vie legali, che ottiene i migliori risultati quando è il frutto di rapporti di collaborazione e sinergia tra le diverse competenze (psicologi, educatori, avvocati, commercialisti…). La normativa impone che tale servizio sia espletato da un professionista abilitato, che utilizza la stanza della mediazione ed un protocollo specifico.

“La mediazione familiare offre alcuni vantaggi – continua la dr.ssa Laura Bianchetti –; il report delle attività erogate nel 2020 al Consultorio Tovini di Breno dimostra un aumento di richieste per il servizio di mediazione familiare. Aiuta i coniugi a separarsi civilmente, permette un notevole risparmio dei costi del divorzio sia dal punto di vista psicologico che economico, permette la riduzione dei tempi di giustizia, consente l’accordo sulle decisioni che, quindi, non sono imposte da un’autorità superiore ed agevola il raggiungimento di accordi durevoli perché più condivisi e soddisfacenti per tutti i membri del nucleo familiare”. Per accedere a questo e ad altri servizi del Consultorio Familiare G. Tovini di Breno è necessario contattare il numero 0364327990 dal martedì al sabato mattina oppure scrivere a consultovini@libero.it.

ELISA GARATTI 19 feb 09:11