lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Malegno
di LINDA BRESSANELLI 12 feb 09:43

L'agricoltura per le persone fragili

Un progetto di agricoltura sociale che si pone come obiettivi sia il recupero dei terreni incolti che l’occupazione di persone fragili nell’ambito agricolo. È quello che dallo scorso anno Sol.co Camunia – in sinergia con Il Piccolo Sentiero onlus, Agricola Scs onlus, Il Cardo cooperativa sociale onlus e Comune di Malegno – ha potuto sviluppare per un valore complessivo di 385mila euro, godendo del contributo di Fondazione Cariplo per 218mila euro.

Coltivare Valore. Ad oggi le energie si sono concentrate sul recupero di terreni abbandonati, sull’aumento della produzione, ma anche sulla formazione e assunzione di nuove forze: “Grazie al prezioso contributo nell’ambito del bando Coltivare Valore, lo scorso anno abbiamo recuperato vigneti e oliveti, aumentato la produzione agricola, debellato le malattie che colpivano le coltivazioni, formato e assunto persone in ambito agricolo” è stato spiegato nel corso della conferenza stampa indetta per fare il punto sul progetto dopo un anno e mezzo di lavoro, che ha portato a risultati concreti, nonostante si sia messo di mezzo il Covid con tutte le complicazioni del caso.

Le azioni intraprese. Le azioni intraprese, strutturate in modo da rispondere al reale bisogno di ogni paese, sono state in grado di abbellire e potenziare l’ambito agricolo, dall’Alta Vallecamonica fino alle sponde del lago d’Iseo: dal vigneto “Mannino” a Edolo all’oliveto “Torricella” a Lovere, passando per le colture della località “Castello” e il terreno di “Montepiano” di Malegno, questo progetto ha contribuito a cambiare la fisionomia di parte del territorio camuno in un’ottica di resilienza, recupero e investimento nel futuro. A tal proposito si è creduto molto sulla formazione delle persone da inserire: i ragazzi stanno facendo corsi teorici e pratici per imparare a gestire il vigneto con trattamenti e potature ad hoc. Quando sarà il periodo adatto verranno proposti corsi mirati sulla coltivazione del melo e dell’ulivo. Puntando sulla coltivazione e la produzione, viene spontaneo pensare anche a una rete di vendita, e questo sarà uno dei prossimi obiettivi di Sol.Co Camunia, che ha nel cassetto, tra gli altri, il sogno di produrre un vino delle cooperative del territorio.

La serra in arrivo. Nel 2021 si proseguiranno le attività in corso e se ne avvieranno di nuove, come la serra di piccoli ortaggi gestita dal Cse de Il Cardo di Edolo.

LINDA BRESSANELLI 12 feb 09:43