lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Brescia
di ELISA GARATTI 24 ott 12:42

Il castello a portata dei bambini

Ascolta

Il Comitato Amici del Cidneo Onlus, in collaborazione con la Fondazione Brescia Musei e l’Accademia delle Belle Arti di Santa Giulia, propone due iniziative concrete con la finalità di promuovere e scoprire l’area del Cidneo: l’allestimento di laboratori e percorsi ludici-didattici dedicati agli studenti della scuola primaria di I grado e la lettura di un divertente fumetto.

Un intreccio tra arte, storia, scienza e natura. Questo il tema chiave dei nuovi laboratori ludici-didattici promossi dal Comitato Amici del Cidneo Onlus, in collaborazione con la Fondazione Brescia Musei, per le scuole primarie di I grado.

Costituito nel gennaio 2015, il Comitato nasce dalla consapevolezza che il Castello di Brescia e il Colle Cidneo sono luoghi unici per la città e, per tale ragione, devono essere maggiormente valorizzati, per coinvolgere la cittadinanza e per aumentare l’afflusso di turisti nella città. Le proposte vengono inserite, nel gennaio 2016, nel Libro Bianco, costruendo una programmazione temporale che distingue progetti a breve, medio e a lungo termine. Tra le iniziative promosse è lecito ricordare la realizzazione del CidneOn, che ha riscosso moltissimo successo, portando il numero complessivo dei visitatori delle tre edizioni scorse del Festival ad oltre 700.000.

Nel novembre 2018, si forma il Gruppo di lavoro per l’allestimento di un Polo didattico in castello, coordinato da Maria Gallarotti e composto dai soci: Tino Bino, Sergio Onger, Pier Paolo Poggio, Paolo Schirolli, Marco Vitale; dall’esperta di didattica museale Angela Bersotti con incarico metodologico-operativo; e, nominati da Fondazione Brescia Musei, da Federica Novali e Stefano Papi. In linea con le direttive del gruppo, viene ideato il progetto CidCrea, promosso nelle scuole per l’anno scolastico 2019/2020. In programma tre laboratori interdisciplinari ed esperienziali, che hanno luogo nella ex palazzina Ufficiali, nei quali il sapere viene combinato con il fare: “Mutazioni” sull’incontro tra la botanica e l’arte, “A passo di zampa” sul connubio tra arte e zoologia e “Luce come materia” sull’individuazione dei materiali che compongono gli oggetti attraverso una serie di giochi di luce. In abbinamento a questi laboratori pratici, il Comitato propone un tour-autoguidato, il “Castello in Tour”, attraverso l’utilizzo di speciali carte di mediazione. Le schede sono dedicate alla scoperta della flora delle mura del castello e al dialogo tra le torri della fortezza e quelle visibili della città. Il Comitato permette di partecipare gratuitamente ai corsi alle prime 20 classi iscritte. Al momento, sono 17 quelle che hanno già aderito all’iniziativa.

I bambini possono divertirsi anche leggendo. La collaborazione con l’Accademia di Santa Giulia ha portato infatti alla realizzazione di un divertente fumetto, realizzato interamente da tre studenti: Matteo Pigoli, Cecilia Zenari e Maude Guatteri, coordinati dai docenti AntonGionata Ferrari e Francesca Follini, con la supervisione della dott.ssa Ilaria Manzoni. Il libretto ha come protagonisti quattro bambini che incontrano strani personaggi vissuti nella Rocca. Una buona occasione, quindi, per conoscere i misteri e la storia del castello di Brescia. Il fumetto, stampato in 10.000 copie, sarà consegnato gratuitamente nelle scuole bresciane fino ad esaurimento scorte e sarà disponibile in tutti gli InfoPoint della città.

Le iniziative promosse dal Comitato non finiscono qui. Tra le proposte per il futuro prende parte anche la possibile realizzazione di un impianto di risalita, per facilitare il raggiungimento della fortezza.

ELISA GARATTI 24 ott 12:42