lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Brescia
di MASSIMO VENTURELLI 15 mar 08:07

Nasce la nuova Università Cattolica

Ascolta

Ieri il Dies Academicus negli spazi dell'ex seminario diocesano di via Bollani con la lectio magistralis del Vescovo e l'inaugurazione ufficiale del cantiere per la realizzazione degli spazi che dall'estate del prossimo anno accoglieranno le attività dell'Ateneo

L’Università Cattolica di Brescia ha celebrato ieri il suo Dies Academicus in quelli che, nel breve volgere di pochissimi anni, saranno gli spazi della sua nuova sede. L’inaugurazione si è svolta, infatti, all’interno dell’ex seminario diocesano di Mompiano, dove è in corso la ristrutturazione degli ambienti che ospiteranno il nuovo campus.

La mattinata sì è aperta con la Santa Messa celebrata dal Vescovo di Brescia Pierantonio Tremolada che ha tenuto anche la prolusione, nella quale ha ribadito “l’importanza del ruolo che l’Università Cattolica riveste nel processo educativo dei giovani e nella promozione della cultura nella nostra città”.

Un’occasione, dunque, per celebrare il solido legame dell’Ateneo con la Chiesa, la comunità, le istituzioni cittadine, e le realtà sociali e imprenditoriali del territorio che hanno condiviso e sostenuto il progetto, come ha ricordato anche il rettore Franco Anelli: “La scelta di investire risorse importanti per dare all’Università una sede nuova e adeguata, raccogliendo e riorganizzando quanto è oggi disperso in differenti collocazioni, non nasce solo da un’esigenza di risistemazione logistica. La decisione trova origine e alimento nelle profonde radici che l’Ateneo, nato milanese, ha stabilito nella cultura e nella storia di Brescia e mira a consentire un loro più esteso sviluppo in uno spazio più ampio e meglio attrezzato”

Una necessità suffragata anche dai numeri in crescita costante, come riferito da Anelli: “Nel presente anno accademico (2018/19) abbiamo registrato un incremento del 7% sulle nuove immatricolazioni (il 14 gennaio 2019 si registravano 1.354 nuovi iscritti rispetto ai 1.278 del 14 gennaio 2018), per un totale di oltre 4.000 iscritti”.

Nel corso del Dies Academicus è stato ufficialmente inaugurato il cantiere, per altro già operativo, per la realizzazione della nuovo polo accademico. Negli spazi di una parte dell’ex seminario diocesano di via Bollani, già da anni acquisito dalla Cattolica, verranno realizzate 29 aule di diverso taglio per un totale di 2.000 posti a sedere, 3 laboratori di informatica (105 postazioni), 13 laboratori di fisica, 55 studi per docenti, 12 sale riunioni, 4 sale studio (220 posti a sedere) in aggiunta alla biblioteca che conterrà 180mila volumi e 70 posti, 2 sale per la discussione delle tesi di laurea, un sala mensa con zone bar e libreria annessa, una Cappella per le celebrazioni, campo da calcio e palestra, il tutto nel contesto di 16.700 metri quadri di spazi esterni, di cui oltre la metà adibiti a verde.

Il cantiere dovrebbe chiudere battenti entro l’estate del 2020. La nuova sede di affiancherà a quella storia di via Trieste, mentre quelle di via Aleardi, via Musei e Contrada Santa Croce chiuderanno i battenti.

MASSIMO VENTURELLI 15 mar 08:07