lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Brescia
di REDAZIONE 27 feb 13:49

Diverso da chi?

Dal 6 al 27 marzo la Sala della comunità Aurora di Roncadelle propone un cineforum per riflettere sull’odierna concezione della diversità

“Diverso da chi?” è l’interrogativo da cui prende spunto “Percorsi di cinema” , il cieneforum che l’oratorio San Luigi di Roncadelle, in collaborazione con l’assessorato alla cultura del Comune, organizza come ogni primavera. La rassegna di quest’anno inviterà a riflettere su tematiche che riguardano la società contemporanea, evidenziando come la diversità sia troppe volte vista come “una barriera che si interpone tra noi e gli altri”. Il ciclo di incontri consta di quattro film che verranno proiettati ogni martedì sera, nel mese di marzo, alle 20.30 nella Sala della Comunità Aurora di via Roma 7. Dopo ogni proiezione seguirà un dibattito, sul tema del film proiettato, guidato dal critico cinematografico Matteo Asti (biglietto unico 4 euro).

 Si comincia martedì 6 marzo con “Wonder” di Stephen Chbosky. Il protagonista è August “Auggie” Pullman. Sul grande schermo, la storia di un bambino di 10 anni nato, a causa di una malattia congenita, con una deformazione facciale. Nonostante le preoccupazioni di mamma Isabel e papà Nate sostiene gli sguardi curiosi e diffidenti degli studenti con fierezza e dignità, facendo il suo ingresso nella scuola pubblica come un supereroe, o piuttosto come un astronauta deciso a piantare la sua bandiera in un mondo distante e inesplorato.

 Martedì 13 marzo, invece, è la volta di “Tutto quello che vuoi” di Francesco Bruni. Alessandro, ventidue anni, è trasteverino ignorante e turbolento; Giorgio, ottantacinque, è un poeta dimenticato. I due vivono a pochi passi l’uno dall’altro, ma non si sono mai incontrati, finché Alessandro è costretto ad accettare un lavoro come accompagnatore di quell’elegante signore in passeggiate pomeridiane.

Virgin mountain. Il terzo appuntamento, in calendario martedì 20 marzo, è con “Virgin mountain” di Dagur Kari. Fúsi è un quarantenne che deve ancora trovare il coraggio di entrare nel mondo degli adulti. Conduce una vita monotona, dominata dalla routine. Nel momento in cui una donna vivace e una bambina di otto anni entrano inaspettatamente nella sua vita, Fúsi è costretto ad affrontare un grande cambiamento.

 L’ultimo incontro, martedì 27 marzo, è con “Tre manifesti a Ebbing, Missouri”. Mildred Hayes non si dà pace. Madre di Angela, una ragazzina violentata e uccisa nella provincia profonda del Missouri, Mildred ha deciso di sollecitare la polizia locale a indagare sul delitto e a consegnarle il colpevole. Decide, quindi, di commissionare tre manifesti con tre messaggi precisi diretti a Bill Willoughby, sceriffo di Ebbing... Per ulteriori informazioni: www.cinemateatroroncadelle.com.

REDAZIONE 27 feb 13:49