lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
di CATERINA CALABRIA 06 ago 09:09

Il tempo del Creato

Il Tempo del Creato è un momento per rinnovare la nostra relazione con il nostro Creatore e tutto il creato attraverso la celebrazione, la conversione e l’impegno insieme. Durante questo tempo, ci uniamo ai nostri fratelli e sorelle nella famiglia ecumenica nella preghiera e nell’azione per la nostra casa comune. Il Patriarca ecumenico Dimitrios I nel 1989 ha proclamato, per gli ortodossi, il 1 settembre giornata di preghiera per il creato, in corrispondenza con l’inizio dell’anno liturgico della chiesa ortodossa per ricordare come Dio creò il mondo. Anche la Chiesa Italiana dal 2006 promuove una Giornata nazionale per la Custodia del Creato il 1° settembre di ogni anno. Papa Francesco nel 2015 ha accolto questa ricorrenza nella Chiesa cattolica romana, prolungando la celebrazione dal 1 settembre al 4 ottobre.

Infatti il Tempo del Creato inizia il 1 settembre, giornata mondiale di preghiera per la cura del creato, e termina il 4 ottobre, festa di San Francesco d’Assisi, patrono dell’ecologia amato da molte confessioni cristiane. Ogni anno, il comitato direttivo ecumenico suggerisce un tema per unire le comunità cristiane nella propria celebrazione di questo tempo, per il 2020 il tema suggerito è “Giubileo per la Terra: nuovi ritmi, nuova speranza”. Il tema del Giubileo richiama un’interpretazione della giustizia e dell’equa distribuzione delle ricchezze, per garantire a tutti e a ciascuno la possibilità di raggiungere una vita dignitosa, in armonia con tutto il creato. La legge, il possesso e il valore del bene sono legittimati dalla relazione: da una parte il rapporto creaturale che lega l’essere umano a Dio, dall’altra il vincolo, la dimensione fraterna, entrambe per il pieno sviluppo della comunità, per la sua realizzazione e affinché ciascuno possa godere di una vita buona. Quest’anno, tra le crisi che hanno scosso il nostro mondo, siamo mossi dall’urgente necessità di risanare i nostri rapporti con il creato e l’un l’altro. Gli eventi di questi mesi ci hanno “ricordato come siamo tutti sulla stessa barca. Ritrovarci ad avere preoccupazioni e timori comuni ci ha dimostrato ancora una volta che nessuno si salva da solo” (Papa Francesco, 27 marzo 2020).

Durante il Tempo del Creato, quest’anno entriamo in un momento di risanamento e speranza, un giubileo per la nostra Terra, che richiede modi radicalmente nuovi di vivere con il creato. Come comunità cristiane siamo custodi del creato di Dio, lo possiamo fare attraverso incontri di preghiera, celebrazioni eucaristiche, momenti di spiritualità e culturali, in comunione ecumenica con tutte le Chiese. Sul sito https://seasonofcreation.org/ è possibile reperire diversi materiali, tra cui la “Guida alle celebrazioni” e prender visione dei diversi eventi proposti a livello locale in ogni parte del mondo. Anche la nostra Diocesi promuove alcune occasioni di riflessione, tra cui le celebrazioni per la 15ª Giornata Nazionale per la Custodia del Creato sul tema “Vivere in questo mondo con sobrietà, con giustizia e con pietà per nuovi stili di vita” domenica 6 settembre a Mompiano e lunedì 28 settembre con una Veglia Ecumenica nella chiesa di S. Francesco in città.

Si stanno organizzando anche altre proposte e sarebbe interessante far conoscere e condividere esperienze ed eventi che le diverse parrocchie e/o associazioni stanno promuovendo in diocesi (avvisateci tramite mail: impegnosociale@diocesi.brescia.it).

CATERINA CALABRIA 06 ago 09:09