lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Breno
di LINDA BRESSANELLI 05 giu 22:30

Alpini: il pellegrinaggio in Adamello

Nell'anno del centenario di fondazione della Sezione Ana di Valle Camonica, il pellegrinaggio sarà dedicato al generale Pietro Ronchi, suo primo presidente. L'appuntamento in programma per il 23 luglio

Dopo un 2020 frenato dalla pandemia, torna il Pellegrinaggio degli Alpini in Adamelloni. Con questa proposta la Sezione Ana di Vallecamonica intende riprendere il suo cammino, nell’anno del centenario di fondazione. Il pellegrinaggio è stato presentato nei giorni scorsi a Breno e sarà dedicato al generale Pietro Ronchi, suo primo presidente. Con il programma del pellegrinaggio sono state anticipate presentazione le manifestazioni messe in calendario per ricordare il 100° di fondazione.

A causa delle restrizioni anti Covid, soltanto una colonna di rappresentanza, composta da una ventina di persone provenienti dalla Valle e dalla Sezione di Trento, potrà raggiungere la cima dell’Adamello, venerdì 23 luglio, per posare una targhetta ricordo. La colonna si trasferirà il giorno seguente, sabato 24, in Valle Adamè, ricca di storia e di spunti per ricordare il passato e le guerre, per la cerimonia civile e la Messa delle 10.30, celebrata dal vescovo Pierantonio Tremolada. Dalla Valsaviore, i pellegrini si sposteranno a Breno, dove, di fatto, nacque la sezione dopo la Prima Guerra mondiale. Alle 18, gli alpini camuni, che non potranno essere troppi per non violare le norme anti assembramento, ricorderanno il centenario dalla costituzione con una cerimonia ufficiale che si terrà proprio nella Piazza intitolata al “loro” Generale Ronchi.

Il culmine si avrà domenica 25 luglio, con la cerimonia con la sfilata, sempre in piazza a Breno, ovviamente nel massimo rispetto delle normative vigenti. L’evento si concluderà con la celebrazione eucaristica presieduta dal card. Giovanni Battista Re.

Ma non è tutto: il presidente Mario Sala, ha annunciato che, per l’importante compleanno, a giugno uscirà un numero speciale (che sarà il 50°) del quadrimestrale “Noi de la Valcamonica”, nel quale verrà ripercorsa la storia lunga un secolo delle penne nere camune, grazie alle ricerche del direttore di testata Nicola Stivala e degli ex presidenti di Sezione, di alpini e simpatizzanti che hanno contribuito con testimonianze e materiale in loro possesso ad arricchire il giornalino sezionale.


LINDA BRESSANELLI 05 giu 22:30