lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Valcamonica
di GIULIANO CHIAPPARINI 24 mag 13:02

Vigili del fuoco: pochi ma preziosi

Nell'alta vallata dell'Oglio, quando c'è un emergenza, i Vigili del Fuoco sono una sicurezza. In posti dove ancora i tempi di spostamento sono consistenti è provvidenziale l'esistenza di tre sedi, a Edolo, Vezza d'Oglio e Ponte di Legno, per arrivare, dove necessario, il prima possibile

Nell'alta vallata dell'Oglio, quando c'è un emergenza, i Vigili del Fuoco sono una sicurezza. In posti dove ancora i tempi di spostamento sono consistenti è provvidenziale l'esistenza di tre sedi, a Edolo, Vezza d'Oglio e Pontedilegno, in modo da arrivare, dove necessario, il prima possibile. Altrimenti la sede più vicina sarebbe quella di Breno che, assieme al distaccamento di Boario Terme, copre il resto della Valle. Ad eccezione di quello di Boario, si tratta di Vigili volontari, che sacrificano tempo libero e impegni familiari e lavorativi per garantire la massima operatività. Purtroppo attualmente in Alta Valle solo i volontari Vezza, una dozzina in tutto, ma il cui posto di lavoro è collocato in zona, garantiscono i soccorsi 24 ore su 24 tutti i giorni. Quelli di Ponte e di Edolo, invece, sono costituiti entrambi da una quindicina di pompieri che, purtroppo, non sempre sono in grado di assicurare la reperibilità; non di rado lavorano troppo lontano per poter essere rapidamente operativi in caso di necessità; inoltre, scarseggiano gli autisti debitamente preparati per condurre gli appositi mezzi in dotazione: non ci si può improvvisare piloti in grado di condurre a tutta velocità per le insidiose strade di montagna mezzi pesanti come le autobotti.

Risultato è che Ponte entra in azione solo tre o quattro giorni alla settimana, mentre anche Edolo una-due volte marca visita. Vezza, d'altra parte, non può arrivare da tutte le parti, per cui in alcune occasioni a partire a sirene spiegate sono i militi di Breno. Tuttavia, segnali che la situazione è destinata a migliorare non mancano. Con appositi corsi di formazione si dovrebbe colmare a breve la lacuna degli autisti, il che comincerebbe a risolvere una parte del problema. Più difficile, visti i tempi che corrono, che i vigili trovino tutti occupazione nelle vicinanze delle sedi operative. Intanto, può confortare l'appoggio delle istituzioni almeno a livello di mezzi e dotazioni. A Ponte di Legno i Vigili avranno, forse già dal prossimo anno, una nuova sede moderna e condivisa con 118 e Cnas, che troverà posto nell'area dell'attuale palasport.  

GIULIANO CHIAPPARINI 24 mag 13:02