lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Bienno
di LINDA BRESSANELLI 05 feb 17:17

Camminare con il Vangelo

Ascolta

"La strada che va da Gerusalemme a Gerico, come ogni altra strada del Vangelo, non è mai una passeggiata”. "Durante l’anno scopriremo la figura del grande sacerdote don Primo Mazzolari - spiega don Battista Dassa presentando il programma 2019 -. Per questo abbiamo scelto una sua frase come sottotitolo del programma"

È stata dedicata Sant'Angela Merici, patrona secondaria della Diocesi di Brescia, la prima proposta di “Dio cammina a piedi”, ciclo annuale di pellegrinaggi messo a punto anche per il 2019 da don Battista Dassa. Il nono “Cammino del Mandato” degli Amici di Sant'Angela svoltosi il 26 gennaio fino al Santuario di Sant’Angela, in via Crispi, è stato inserito anche quest’anno tra gli itinerari proposti dal prete camminatore dell’Alta Valle. Come detto, questo sarà il primo di una lunga serie di appuntamenti con “Domba” e il suo gruppo di pellegrini.

Tornerà il “Cammino con i Santi e i Beati” da Cevo a Bienno in programma il 2 marzo. In ordine di tempo troviamo poi, a maggio, un pellegrinaggio che va, nell’anno del decennale, da Demo a Gianico in onore della Madonna, dal titolo “Maria, donna dei nostri giorni”.
A giugno viene riproposto, in collaborazione con il Csi di Vallecamonica, “Sportivi in cammino, mentre per il mese di luglio si andrà a Conche di Nave per un cammino denominato “La luna appena sfiorata”.

Il 10 agosto si replicherà “La luce di Chiara”, dalle Clarisse di Bienno alle Clarisse di Lovere, mentre a settembre tornerà il “Cammino con Maria” dal Santuario di Sonico al Santuario di Tirano, per chiudere a dicembre con l’omaggio a San Siro, patrono della Vallecamonica.

“Durante l’anno scopriremo la figura del grande sacerdote don Primo Mazzolari - spiega don Battista Dassa presentando il programma 2019 - tant’è che abbiamo scelto una sua frase come sottotitolo del programma e a lui dedicheremo il pellegrinaggio di ottobre da Verolanuova a Bozzolo, paese del mantovano dove morì e dov’è sepolto”. La frase in questione è: “La strada che va da Gerusalemme a Gerico, come ogni altra strada del Vangelo, non è mai una passeggiata”.

Tutte le informazioni sul sito  e sulla pagina Facebook Camminare è un’arte.

LINDA BRESSANELLI 05 feb 17:17