lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Artogne
di DAVIDE ALESSI 22 apr 10:28

Museo Pavoni: serata per il decennale

Ascolta

Ideatore, animatore e presidente del Museo è Simone Quetti, che da ragazzo fu allievo dei Pavoniani. Per ricordare e festeggiare il decennale del Museo e la figura di Lodovico Pavoni, sabato 27 aprile alle 20.30 presso la palestra dell’Istituto Rosselli di Artogne si terrà una serata di gala

Il 27 aprile 2009 è stato inaugurato il Museo della Stampa “Il Segno tipografico Lodovico Pavoni” collocato in un territorio particolarmente ispirato alla comunicazione visiva: fu, infatti, l’antica arte camuna con le incisioni rupestri della Valle Camonica ad inaugurare una rappresentazione grafica impressa e scolpita sulla pietra.

Divenne poi metodo educativo per la crescita personale grazie all’intuizione del canonico bresciano Lodovico Pavoni che per primo in Italia, nel 1821, fondò una scuola tipografica. Ideatore, animatore instancabile e presidente del Museo è Simone Quetti, oggi 81enne, che da ragazzo fu allievo dei Pavoniani, imparando quell’arte della tipografia che era fin dall’inizio nel dna della Scuola tecnica per i giovani voluta dal Canonico-sacerdote che, tramite un lavoro qualificato e importante, aiutava i ragazzi a diventare uomini capaci e competenti.

Simone ha iniziato una paziente raccolta di macchinari, strumenti, documenti, legati al mondo della stampa, partendo da un antico torchio da stampa datato 1848, l’anno in cui i bresciani dettero vita alla resistenza delle “Dieci giornate”, quando Pavoni con i suoi ragazzi riparò a Rodengo, morendo poco dopo di polmonite. In questi 10 anni Simone Quetti ha ricordato con profondità la figura di colui che ha sempre considerato più di un Padre spirituale, con la dedica del Museo, l’ottenimento dell’intitolazione della Piazzetta antistante il Museo, l’organizzazione di convegni biennali dedicati al pensiero formativo ed educativo di colui che, in questi anni, da Beato è diventato santo.

Per ricordare e festeggiare in modo particolarmente solenne il decennale del Museo e la figura del Santo dell’educazione, sabato 27 aprile alle 20.30 presso la palestra dell’Istituto Rosselli di Artogne si terrà una serata di gala per il decennale del Museo, alla quale partecipano la Banda cittadina di Artogne ed i Cori La Pineta di Costa Volpino e Vallecamonica di Darfo Boario Terme. La serata vedrà la presenza dei Pavoniani con il Superiore di Brescia Padre Lorenzo Agosti, che ricorderà la figura e l’opera di San Lodovico Pavoni, l’uomo che ha fatto dell’educazione dei giovani il carisma di una vita intera. L’organizzazione è curata dall’Associazione “Amici di Artogne”, fondata da Simone Quetti.

DAVIDE ALESSI 22 apr 10:28