lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Idro
05 ago 12:21

23 milioni per il territorio

Convergono finanziamenti per 4 milioni da Regione, 11 dal Fondo Comuni confinanti, 6 dalla Provincia di Trento e 2 dalla Provincia di Brescia

23 milioni in arrivo dalla Regione per valorizzare la Valle Sabbia. “Con questa delibera abbiamo approvato un programma di interventi legato alla valorizzazione turistica e alla viabilità dell’area Alta Valle Sabbia”. Lo dichiarano Viviana Beccalossi, assessore al Territorio, Urbanistica, Difesa del Suolo e città metropolitana e Ugo Parolo, sottosegretario alla Presidenza con delega ai Rapporti con il Consiglio regionale, politiche per la montagna, Macroregione Alpina (Eusalp), ai Quattro motori per l’Europa e alla programmazione negoziata, al termine della seduta di Giunta regionale. L’importo. “Lo schema di convenzione – spiega il sottosegretario – prevede l’avvio di un programma di interventi strategici sul territorio dell’Alta Valle Sabbia, per i quali convergono finanziamenti per 4 milioni di euro da Regione Lombardia, per quasi 11 milioni dal Fondo comuni confinanti, di 6 milioni dalla Provincia autonoma di Trento e 2 milioni dalla Provincia di Brescia”. 

Gli interventi. “Il programma – aggiunge Parolo – consente di completare il quadro finanziario della galleria di Valvestino, che migliorerà sensibilmente l’accessibilità dei Comuni di Magasa e Valvestino. Inoltre, verranno finanziati interventi che riguardano la viabilità del comune di Bagolino e l’accessibilità al comune di Idro, con ulteriori interventi di valorizzazione della Rocca d’Anfo”. 

Valorizzazione del territorio. “Si tratta – aggiunge Viviana Beccalossi –di una serie di interventi davvero importanti per la provincia di Brescia, e in particolare la Valsabbia, alla quale da sempre Regione Lombardia presta particolare attenzione. La difesa e la salvaguardia del territorio sono elementi imprescindibili per valorizzare ulteriormente il patrimonio paesaggistico e turistico della Valle”. “Inoltre – conclude l’assessore Beccalossi –, i finanziamenti daranno un’importante boccata d’ossigeno ai nostri agricoltori, che spesso durante l’estate si trovano a dover fare i conti la scarsità di precipitazioni, che mette in sofferenza il bacino del Lago d’Idro, rendendo quindi necessario un maggiore rilascio di acqua a monte”. 

Collaborazione Trento e Brescia. “Con questa delibera – conclude Parolo – si approva inoltre un accordo di collaborazione con le Province di Trento e di Brescia, nel quale si definisce in modo dettagliato la gestione coordinata delle risorse idriche del bacino idrografico del fiume Chiese, con particolare riferimento alla fase legata alla messa in sicurezza delle opere di regolazione del Lago d’Idro”. 

05 ago 12:21