lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Garda
di UMBERTO SCOTUZZI 15 nov 13:50

ASST Garda, 2 ambulanze, un ambulatorio

Ascolta

Sono Desenzano, Gavardo e Manerbio gli ospedali oggetto di queste novità

Sono state consegnate, alla presenza del direttore generale Carmelo Scarcella, due nuove ambulanze per i trasporti sanitari di emergenza intra-ospedalieri che verranno utilizzate dai Pronto soccorso di Manerbio e di Gavardo.

I nuovi mezzi, che hanno comportano un investimento totale di circa 237mila euro, rispettano le recenti linee guida in tema di soccorso e la normativa europea in materia; sono dotate di tutti i più moderni sistemi di sicurezza, sia per i pazienti che per gli operatori risultando tra i mezzi di soccorso più sicuri di Europa.

L’allestimento interno è basato sul principio dell’ergonomia, in modo da facilitare gli interventi sanitari sui pazienti, la preparazione dei farmaci e, nel complesso, tutta l’organizzazione a bordo.

Inoltre un nuovo servizio dedicato alle donne che stanno vivendo una gravidanza fisiologica e che presentano quindi un basso rischio legato alla gestazione è offerto dall’Asst del Garda negli ospedali di Desenzano, Gavardo e Manerbio. Si tratta di un ambulatorio, condotto da un’ostetrica, che propone un nuovo modello organizzativo-assistenziale che integra e completa i servizi già offerti dalle Unità operative di Ostetricia-Ginecologia.

All’interno dell’ambulatorio la figura di riferimento è l’ostetrica che, instaurando un rapporto di fiducia con la gestante, garantisce la continuità assistenziale durante tutta la gravidanza e, in caso di eventuali complicanze, avvia direttamente la consulenza del medico specialista ostetrico-ginecologo disponibile nella struttura stessa.

Un percorso alternativo, quindi, in cui la futura mamma può avvalersi di un rapporto diretto e privilegiato con una figura professionale, l’ostetrica, a lei dedicata.

Per l’accesso all’ambulatorio è necessario fissare un appuntamento tramite il Centro Unico di Prenotazione (0309037555) o agli sportelli CUP/Cassa. Non è necessaria l’impegnativa.

UMBERTO SCOTUZZI 15 nov 13:50