lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Bedizzole
di MATTIA SAPONARA 02 mag 08:46

Bedizzole: corsa a tre

Ascolta

I tre candidati sono l'attuale primo cittadino Giovanni Cottini, Daniela Armanini e Giuseppe Tagliani. Servizi sociali e priorità ai giovani i temi più gettonati

Il 26 maggio si terranno le elezioni comunali anche a Bedizzole. Tre i candidati sindaci per il paese: l’attuale primo cittadino Giovanni Cottini, Daniela Armanini opposizione nell’attuale amministrazione e Giuseppe Tagliani. I programmi elettorali si somigliano per numerosi versi, ma sono stati gli stessi candidati a raccontare le principali tematiche su cui si concentreranno nel possibile mandato che li vedrà capitanare la giunta comunale per i prossimi cinque anni.


“Vogliamo proseguire il cammino intrapreso con il nuovo centro sportivo” ha spiegato Cottini “i finanziamenti li abbiamo già trovati e attendiamo l’approvazione del Coni. I Servizi Sociali saranno ancora centro del nostro programma per sostenere le fasce più deboli e continueremo ovviamente negli investimenti alle scuole e nell’implementazione dei sistemi di controllo oltre che al completamento del castello. Difficile riassumere in poche righe quanto presente nel nostro programma elettorale, ma sicuramente un ruolo di primo piano lo avranno i giovani. Crediamo molto nei nuovi innesti che si sono uniti a noi, sono capaci e preparati, sono il nostro futuro e siamo sicuri che con loro, la Giunta al completo e la fiducia dei cittadini faremo grandi cose”.


I giovani entrano in maniera preponderante anche nel programma proposto da Daniela Armanini e dalla sua lista: “Vogliamo favorire l’aggregazione giovanile e il ritorno dei giovani sul territorio. Istituiremo uno sportello proprio per i ragazzi, dove le aziende potranno offrire opportunità e ci piacerebbe dare maggior spazio nell’ambito oratoriale per dare un aiuto alle famiglie così che sappiamo dove sono i loro ragazzi durante la giornata. Uno degli obiettivi rimane la sicurezza” ha continuato Armanini “non solo come viabilità, ma soprattutto per quanto riguarda i furti che affliggono il paese. Il decoro urbano, la gestione dell’immondizia e il completamento del progetto dello stadio, affiancato dalla nascita di un centro polivalente che possa essere fruibile anche per gli altri sport saranno temi importanti che affronteremo con la coerenza che ci ha già definito. La stessa coerenza che ci ha convinto a staccarci dai partiti, perché il territorio deve essere amministrato da chi lo vive, senza schemi imposti”.


“Ho scelto di scendere in campo per una grande passone politica che mi ha sempre animato e per portare un cambiamento” ha raccontato Tagliani. “Saranno gli assessorati ai Servizi Sociali e alla Cultura a caratterizzare la nostra amministrazione. Credo molto nel sociale, ma non trascureremo la sicurezza, cavallo di battaglia del partito (Lega) che sostiene la mia lista. Vogliamo ristrutturare il parco di Villa Boschi per realizzare un nuovo centro culturale, favorire la diffusione dello sport tra i giovani ristrutturando le infrastrutture disponibili e rivedere il comando della Polizia Locale, valutando se la scelta dell’unione dei tre comuni sia ancora sostenibile. Nel campo sociale, oltre all’ordinaria amministrazione, punteremo a formare una rete tra le famiglie con problematiche, cercando di creare un’organizzazione di auto mutuo aiuto che possa crescere anche in autonomia e dare un concreto contributo ai cittadini”.


Tutti i programmi elettorali completi sono disponibili sull’albo pretorio del Comune.

MATTIA SAPONARA 02 mag 08:46