lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Roè Volciano
di VITTORIO BERTONI 13 mar 08:49

La sfida? Rafforzare l'autonomia

Ascolta

Un servizio di sollievo rivolto alle famiglie e alle persone con disabilità. È quanto svolge la comunità socio sanitaria Trobiolo a Roè Volciano

Un servizio di sollievo rivolto alle famiglie e alle persone con disabilità. È quanto svolge la comunità socio sanitaria Trobiolo a Roè Volciano. L’ente gestore è Fobap, Fondazione Bresciana Assistenza Psicodisabili a marchio Anffas, che eroga dal 2001 servizi a favore di persone con disabilità intellettiva e/o relazionale. Nasce come servizio a tempo pieno in grado di offrire ospitalità durante tutto l’arco della giornata, con ritmi e programmazione delle attività quotidiane il più possibile normalizzanti.

La storia. Attiva dal 2011 grazie a un contributo della Fondazione Cariplo, la struttura che può ospitare fino a dieci persone ed è situata in uno splendido contesto collinare sovrastante Salò, rappresenta una soluzione di vita alternativa alla famiglia, in un ambiente strutturato e protetto dove, oltre alla dimensione privata dell’ospite, vengono prese in carico l’accoglienza, l’amicizia, lo svago e il riposo. Sono presenti educatori, ausiliari e operatori socio-sanitari, assistenziali e pedagogici, uno psicologo e volontari di altre associazioni che collaborano in modo coordinato ed integrato per garantire all’ospite adeguati interventi personalizzati sia sotto il profilo educativo che assistenziale, per rafforzare l’autonomia e per sviluppare la socializzazione. In base all’osservazione dei bisogni, delle capacità personali e delle aspettative espresse, vengono attivati interventi di partecipazione alla gestione della casa relativamente alla cura della propria camera da letto e alla somministrazione dei pasti. La vita in struttura offre la possibilità di trascorrere la giornata all’interno di un contesto ricco di relazioni e confronti con altre persone, ma si sfruttano anche attività di integrazione sul territorio, frequentando i luoghi della comunità e partecipando ad occasioni orientate principalmente a favorire salute e benessere fisico. Da qui la scelta di distinguere i luoghi e i tempi di lavoro da quelli di relax e di gestione della propria casa: dal lunedì al venerdì, gli ospiti si recano presso la sede operativa di Toscolano Maderno dove sono impegnati in attività di carattere occupazionale quali giardinaggio, collaborazione nella gestione dell’ostello e mercatino del riuso, mentre nel pomeriggio e nel fine settimana rimangono in struttura.

VITTORIO BERTONI 13 mar 08:49